Maestre Pie

L’innovazione delle Maestre Pie (Venerini e Filippini) nate come congregazioni locali nel Viterbese alla fine del Seicento consisteva nel vivere gli ideali dei tre voti di religione legati all’insegnamento non da monache (come era per lo più il caso all’epoca), ma al di fuori della clausura. Si dedicarono all’istruzione delle bambine povere e si diffusero in numerosi paesi del mondo.