Biografia di Maria de Mattias

1805: Maria Matilde De Mattias, nasce il 4 febbraio a Vallecorsa, paese montano nella provincia di Frosinone, ottava dei 10 figli di Giovanni e Ottavia De Angelis. Il padre, di famiglia medio-borghese, nel 1820 ricopre anche la carica di gonfaloniere del comune di Vallecorsa; la madre, nativa di Ferentino, è una donna di carattere impulsivo e di rigida educazione.

Dei fratelli di Maria Matilde sopravvivranno solo gli ultimi due: Michele e Antonio.

1822: Durante una missione popolare a Vallecorsa, ascolta le prediche di don Gaspare De Bufalo, sacerdote romano, fondatore dei Missionari del Preziosissimo Sangue.

L’incontro con questo santo è decisivo per l’orientamento della vita e per la spiritualità della futura fondatrice.

1824: Conosce don Giovanni Merlini, Missionario del Preziosissimo Sangue, collaboratore di San Gaspare e suo secondo successore come superiore generale, dal 1857 fino alla morte. Decide di affidarsi alla sua direzione spirituale: sarà la sua guida per 42 anni, fino alla morte.

1834: Lasciata Vallecorsa il 1 marzo, giunge ad Acuto (FR) il giorno successivo. Il 4 marzo, con l’apertura della prima scuola, fonda la Congregazione delle Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù.

Casa Madre delle Suore Adoratrici del Sangue di Cristo ad Acuto (FR)

1835: Accoglie la prima compagna, Anna Farotti e con lei celebra il primo “congresso” della nascente congregazione, nel quale viene ufficialmente stabilito il fine dell’Istituto e il suo titolo. È presente anche don Giovanni Merlini.

1836: Con le prime 7 compagne si trasferisce temporaneamente, nel palazzo vescovile, residenza estiva dei seminaristi di Anagni che ha sede ad Acuto.

1837: Emette i voti semplici di umiltà, obbedienza, povertà e castità, insieme alle sue compagne. L’introduzione dei voti pubblici nella congregazione avviene solo nel 1885.

1838: Sottopone all’approvazione del vescovo di Anagni, Vincenzo Annovazzi, le prime Regole di vita.

1843: Ad Acuto, si trasferisce definitivamente con la comunità, nell’ex ospedale, che ha comprato e fatto restaurare: sarà la casa madre della congregazione ASC. Alla casa è annessa una piccola chiesa intitolata all’Immacolata.

1855: La congregazione nascente ottiene da Pio IX, il decreto di lode. L’approvazione definitiva avverrà nel 1878.

1857: Fa stampare le “Regole e costituzioni della congregazione delle Adoratrici del Preziosissimo Sangue di N.S.G.C”. Presentata alle autorità ecclesiastiche nel 1853, la regola verrà approvata nel 1897.

1866: Maria de Mattias muore a Roma, il 20 agosto, in via Rasella, all’età di 61 anni.

Targa commemorativa sulla casa dove morì Maria de Mattias (Roma, Via Rasella 133/134)

1936: Il 16 febbraio, Pio XI proclama solennemente le virtù eroiche di Maria De Mattias.

1950: Il 1 ottobre, Pio XII, la proclama Beata.

2003: Il 18 maggio, Giovanni Paolo II la proclama Santa.